L’orto a Gennaio: cosa trapiantare e cosa raccogliere

A Gennaio fa molto freddo, per cui nell’orto non c’è molto da fare! Si può comunque preparare il terreno vangando e interrando il letame o altro concime organico come stallatico pellettato. Dobbiamo prepararci ad un intenso anno di coltivazione, con lavori di manutenzione dell’orto.

Possiamo iniziare a dividere gli spazi degli aiuole, programmando cosa vogliamo coltivare in base ai consumi della famiglia e alle rotazioni colturali. Se siamo costretti, causa spazi limitati, a coltivare sempre sullo stesso terreno non dimentichiamoci di effettuare delle buone concimazioni, che serviranno a ripristinare una buona fertilità. Interveniamo però solo in caso di terreno in tempera, cioè con il giusto grado di umidità, finchè il terreno è troppo bagnato oppure ghiacciato lasciamolo riposare.

Cosa trapiantare

Come un detto recita: chi vuole un bell’agliaio lo pianti a Gennaio!
Non facciamoci dunque sfuggire questo suggerimento ma procuriamoci in tempo le piantine necessarie per avere una buona e profumata produzione di aglio, scegliendo tra le varietà Rosso e Bianco.

L’Aglio infatti non solo si semina a partire da bulbilli ma possiamo acquistare le piantine di poche settimane di vita nella nostra Agraria preferita. n pieno campo, senza bisogno di protezione possiamo trapiantare anche: prezzemolo, carciofi, fragola rifiorente, asparago, bietole, lattuga e rucola è consigliabile proteggerle con TNT (tessuto non tessuto) bianco, che lasci comunque passare luce ed aria a sufficienza

Da raccogliere

Se le abbiamo precedentemente trapiantate, continueremo nel frattempo a raccogliere varietà tardive di Cavoli, Porri, Spinaci, Ravanelli, Rucola, Cicorie e Finocchi.